Banche sicure, le banche italiane più sicure

Banche sicure

In seguito ai recenti problemi finanziari che hanno scosso il sistema bancario, nel quale sono stati spesso coinvolti anche molti risparmiatori ignari di come la loro banca stava operando, occorre fare chiarezza su quali sono le banche sicure in Italia e quali invece sono a rischio.

Il bail-in

In seguito al concreto rischio default di molti istituti, il parlamento ha approvato una legge basata sul bail-in, attraverso la quale le banche che si trovano in situazione di default hanno la possibilità di risanarsi utilizzando delle risorse interne tra cui anche i soldi dei loro clienti.

Pertanto questo significa che adesso le banche che sono in grosse difficoltà possono effettuare prelievi forzosi ai clienti con conti correnti superiori a 100.000 €.

Quindi se la banca dove si ha il conto corrente rischia il default, non pagheranno solo gli azionisti i quali conoscono rischi che corrono, ma anche i clienti che hanno messo di lato i risparmi di una vita.

E’ quindi opportuno informarsi sulla solidità della propria banca e, al di là delle promesse da marinaio degli impiegati della filiale, se la banca non è solida occorre prelevare velocemente i propri soldi.

Un altro parametro usato per classificare la solidità di un istituto bancario è il Cet1 ( Common Equity Tier 1).

Le banche italiane più sicure

Tra le banche italiane più sicure, solide e convenienti possiamo inserire Intesa Sanpaolo, Ubi Banca e il Banco Popolare. Da un’analisi effettuata dall’Università Bocconi per il Corriere della Sera, è stata realizzata una classifica dei migliori istituti di credito in Italia.

Per elaborare questa classifica delle banche sicure sono stati utilizzati sette indici di riferimento, per la precisione tre relativi alla patrimonializzazione delle banche, uno su quello che è stato l’andamento in Borsa nell’ultimo anno, uno sul reddito totale avuto e due sul ISC ( l’indicatore sintetico del costo annuo ).

Cosa importante da tenere in considerazione che il punteggio sul quale si basa la classifica non è un indice scientifico ma una valutazione fatta sommando diversi dati che indicano su grandi linee l’affidabilità della banca.

Classifica banche italiane sicure

  • Intesa Sanpaolo, il grande gruppo italiano si piazza al primo posto con un punteggio di 114 punti;
  • Ubi Banca riceve la seconda posizione con ben con 111 punti;
  • Banco Popolare e Credem, a pari merito si piazzano in terza posizione con 101 punti a testa;
  • Bpm conferma una buona posizione con ben 95 punti;
  • Mps nonostante i grossi problemi avuti si mantiene a galla con 85 punti;
  • Bper riceve una buona posizione con ben 85 punti;
  • Credito Valtellinese conferma i progressi e la crescita con 80 punti;
  • Banca Carige ancora una volta tra le più solide con 71 punti;
  • Unicredit il colosso italiano entra nella top delle banche italiane più solide con 81 punti.

In questa classifica non troviamo due banche importanti come Mediobanca, la cui offerta non è direttamente al retail e Mediolanum, che nonostante abbia il maggiore indice di solidità patrimoniale, opera per mezzo di promotori finanziari.

Per approfondire l’argomento potete leggere gli articoli sulle banche italiane a rischio e quello relativo alle banche italiane commissariate.