cet1 banche italiane – cosa significa e a cosa serve

In questo periodo di crisi conoscere la reale situazione della propria banca è molto importante, per questo motivo molti ci hanno chiesto informazioni e chiarimenti sul cet1 banche italiane.

Cos’e il cet1

Prima di analizzare il cet1 banche italiane è opportuno chiarire cosa significa cet1 e a cosa serve.

Il CET1, sigla di Common Equity Tier 1, rappresenta il parametro principale secondo cui banche e investitori fanno riferimento per valutare quanto sia solida una determinata banca.

Il CET1 ratio è in grado di informarci attraverso quali risorse, una determinata banca, riesce a garantire i prestiti erogati ai suoi clienti ed i rischi rappresentati dai crediti deteriorati ovvero quei crediti di cui la riscossione non è certa a causa delle difficoltà di coloro che devo restituirli.

Visto che il CET1 ratio misura la solidità di una banca, per capire se un istituto bancario è sicuro basta guardare il proprio livello di patrimonializzazione.

Per rendere comprensibile questo calcolo il CET 1 RATIO viene espresso in percentuale. Quindi maggiore è la percentuale, più sicura è la banca che stiamo esaminando.

Se il Cet1 Ratio è attestato intorno al 10%  significa che la banca è al limite.

cet1 banche italiane

Infatti secondo le recenti direttive promosse dalla Banca Centrale Europea, una banca viene considerata “sicura” solo se è in grado di garantire un Cet1 minimo dell’8% e un Tcr del 10,5%,.

Sulla base a questi indici, la BCE ha classificato gli istituti facendo emergere quelli più solidi e sicuri.

Le Banche italiane che sono riuscite a superare questi requisiti e sono state considerate sicure sono le seguenti:

  • Intesa Sanpaolo
  • Unicredit
  • UBI Banca
  • Credem
  • Bper

Intesa San Paolo è riuscita a collocarsi tra le migliori banche a livello europeo.

Vista la situazione economica presente attualmente in Italia è opportuno verificare bene, prima di affidare i nostri risparmi ad un istituto, il cet1 banche italiane.

Nonostante in Italia vi è una legge che garantisce i depositi bancari per un importo fino a 100 mila euro meglio non rischiare e fare in tempo le necessarie verifiche.