Nuova legge per il mutuo casa, ecco cosa cambia

Con la nuova legge sul mutuo casa, per coloro che hanno difficoltà a pagare, la vita diventa ancora più dura. Infatti con la nuova legge la banca erogatrice, tramite una clausola, ha la possibilità di mettere in vendita la casa qualora l’acquirente dovesse restare indietro di 18 rate senza bisogno di fare alcuna richiesta al giudice.

Anche se la clausola di inadempimento non è obbligatoria ma facoltativa, è risaputo che le banche in fase di emissione prestito diventano molto persuasive e difficilmente, coloro che non accetteranno di firmarla, riceveranno un mutuo per l’acquisto della loro casa.

Com’è adesso la legge

Attualmente la legge prevede che, qualora il cliente non paga il mutuo, la banca debba fare una procedura legale dinanzi ad un giudice di pace che, qualora accerti l’impossibilità di pagare, può autorizzare la banca a mettere l’immobile all’asta in modo da recuperare il proprio credito.

La nuova legge mutuo casa

Con la nuova se l’acquirente non riesce a pagare delle rate, dopo la 18a rata ha entro 180 giorni per rientrare sennò la banca, senza necessità di autorizzazione da parte del giudice, può immediatamente metter all’asta l’immobile per recuperare il credito residuo.

E’ previsto inoltre che il mutuo firmato con una banca possa essere ceduto ad un’altra banca la quale può proporre al cliente che è in difficoltà un contratto di surroga che, se è vero che potrebbe salvare l’immobile dall’asta, ha l’handicap che spesso prevede dei tassi di interesse decisamente più alti.

Cosa fare

Con la nuova legge si ha la possibilità di riflettere una settimana prima di accettare il contratto di mutuo proposto dalla banca, in modo da informarsi presso intermediari abilitati che forniranno la consulenza gratuita. La valutazione di un immobile avrà un criterio standard e sarà valido in tutte le banche.

Estinzione anticipata

Unica nota positiva per i consumatori è che con la nuova legge sul mutuo casa si ha la possibilità di estinguere anticipatamente il mutuo prima della scadenza senza applicazione di commissioni, indennità od oneri.